C’è Eduardo nel Top Secret di Brachino

La vita privata di Claudio Brachino è piena di sorprese. Di Top Secret, per rimanere in tema con il programma che conduce su Canale 5.

Ci racconti un episodio off dell’inizio della tua carriera?

Erano i tempi dell’Università alla Sapienza di Roma, esattamente il 1981 e il prof. Marotti della cattedra di Drammaturgia invitò Eduardo. Doveva essere lui a giudicare il nostro atto unico. Ma che cosa fece il grande maestro? Ci disse: ‘Siccome in Italia i concorsi sono tutti truccati, lascio decidere a voi. I candidati leggeranno il loro testo e saranno gli applausi del pubblico a decretare il vincitore’. E così fu. Io ebbi dieci minuti di applausi e De Filippo commentò ad alta voce: ‘Ecco una penna che sa scrivere per il teatro’. Ebbi l’onore di entrare nel suo gruppo con il compito di dare un’occhiata agli appunti buttati qua e là in qualche cassetto. Il maestro ci chiedeva di tirar fuori una commedia da quei suoi ritagli di idee abbandonati nel tempo“.

E come è andata?

SEGUE SU IL GIORNALE OF

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: